Primo Premio sezione modern

Il 18 febbraio 2017, Beatrice ed Amar hanno concorso per la nostra scuola alle finali del Gran Fiume Dance Contest, ricevendo il primo premio nella categoria modern.
La coreografia Worry è un pezzo di contaminazioni, costruita per la maggior parte dell’insegnante Ilenia Gaetani, con degli interventi dell’insegnante Valentina Julie Orlandi e delle idee degli stessi ragazzi.
Potrete vederla sul nostro canale youtube, su Facebook e dal vivo il prossimo 12 marzo presso il Carnevale di Cordenons, in piazza della Vittoria.

Evento presentazione della riedizione del libro “Una sirena con la felpa”

Il 7 settembre 2016, presso il chiostro della biblioteca civica di Pordenone, ore 20:30, all’interno della presentazione del libro “Una sirena con la felpa” (dove è narrata la nascita di Urban Arts Academy), potrete assistere a performances di danza e canto dei ragazzi di Urban Arts Academy. Si parlerá di danza, di canto, di cultura hip hop, com’era ieri, come è diventata oggi, e di contaminazioni. Modera la serata la socialmedia manager Angela Biancat.Slider-2

Commento al libro Una Sirena con la felpa

Vi abbiamo già parlato di questo libro, Una sirena con la felpa, in cui si narra anche della nascita di Urban Arts.

Una nostra giovanissima allieva, Anita, 13 anni, ha scritto questo post sulla pagina facebook di Una sirena con la felpa :

“Come alcuni di voi avranno già letto, il libro parla di una storia travagliata, drammatica la potremmo definire, ma con un bel finale, un finale che l’autrice sta ancora vivendo. Immagino che per scriverlo abbia dovuto tirar fuori le palle (scusate il termine); a mio parere, ripercorrere passo dopo passo, punti così cruciali della sua vita dev’essere stato uno strazio, ma penso che la scrittura l’abbia aiutata.
Personalmente ho potuto constatare, osservando l’autrice prevalentemente durante lezioni di danza, che è una persona che affronta tutto con il sorriso e assolutamente disponibile con tutti, senza tralasciare il fatto che ha anche carattere e proprio per questo sembra quasi impossibile che alle sue spalle abbia lasciato una vita del genere… Inoltre ammiro molto il fatto che abbia descritto la sua realtà com’era, nuda e cruda (forse con qualche censura, per rendere il libro fruibile anche ai giovani, come lei stessa ha ammesso più volte), non come altri scrittori che necessitano di ‘mascherarla’ per il semplice motivo di farla apparire più ‘invitante’. Detto ciò, c’è da aggiungere che è un libro abbastanza strong, ma è anche per questo che lo amo.”

Se volete visitare la pagina facebook di Una sirena con la felpa

https://www.facebook.com/Unasirenaconlafelpa/?ref=ts&fref=ts

Il Viola come tratto distintivo

Usiamo spesso il colore viola nella nostra scuola, tanto da averlo inserito nei loghi di divise e materiale divulgativo.
Una scelta insolita per chi lavora in ambito artistico e dello spettacolo, in quanto il viola viene considerato un colore porta sfortuna. Questo perché, essendo il colore liturgico della Quaresima, in passato significava per gli artisti erranti un periodo in cui le persone per penitenza si astenevano dall’ assistere agli spettacoli, con conseguente calo di guadagni.
Essendo il nostro approccio didattico razionalista e libero da superstizioni non ci siamo posti il problema, finché non ci è stato fatto notare e da quel momento abbiamo capito che questa sarebbe stata una caratteristica simbolo del nostro approccio libero da sovrastrutture folcloristiche ed anacronistiche.